A seguito dell’aggiudicazione dell’appalto pubblico, abbiamo iniziato i lavori nell’agosto 2016.
L’intervento consiste principalmente nella costruzione di elementi (setti) in grado di assorbire interamente la forza sismica. I setti sono realizzati con pareti in calcestruzzo armato che si fondano a livello della quota del terreno. mediante fondazione continua in c.a. su pali (lunghezza 4 m circa). I setti disposti sul contorno del fabbricato vengono solidarizzati con l’edificio esistente a livello dei solai, mediante agganci con barre di ferro per cemento armato e resine epossidiche per carico sismico; sono inoltre collegati tra di loro tramite la realizzazione di nuovi cordolo in c.a. in corrispondenza di quelli esistenti, ed ancorati ad essi con stessa modalità. L’orizzontamento di calpestio del piano terra è stato considerato rigido; il solaio di copertura del piano terra è
oggetto di intervento statico mediante una struttura di orizzontamento con travi in ferro, e reso rigido dall’inserimento di diagonali; l’orizzontamento del solaio di copertura è stato reso rigido dall’inserimento di diagonali, ancorati allo stesso mediante resine epossidiche. E’prevista la sostituzione della copertura in legno, con nuove impermeabilizzazioni e nuovo manto di copertura in tegole piane. Serve inoltre osservare che la struttura esistente non presenta segni (fessure, distaccamento copriferro, ecc.) che facciano pensare a problematiche legate alla resistenza ai soli carichi verticali. Oltre alle opere strutturali verranno realizzate opere di completamento e finitura, quali la realizzazione di controsoffitto, intonaco e tinteggiatura delle facciate.
Per quanto riguarda gli impianti, verranno modificate e sistemate le reti fognarie, e sono previste modifiche all’impianto elettrico mediante la sostituzione dei corpi illuminanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.